MENU CHIUDI X

Rocco Dubbini

Rocco Dubbini è nato ad Ancona nel 1969. Vive e lavora tra Roma ed Ancona.
Appartiene alla generazione di artisti che si è affacciata al sistema italiano dell’arte contemporanea tra la fine degli anni Novanta e gli inizi del nuovo secolo. Si è formato all’Accademia di Belle Arti di Urbino, sviluppando un interesse per la materia e le sue potenzialità espressive e concettuali. Negli anni del Liceo Artistico è stato assistente di Walter Valentini partecipando allo sviluppo dell’opera permanente “Reperto come progetto” e assistente di Andrea Pazienza con il quale intraprende l’esperienza di aiuto scenografo. Dagli esordi sulla scena romana si lega a Stefano Sciarretta e Raffaella Frascarelli, fondatori della Nomas Foundation, istituzione che raccoglie diverse opere significative dell’artista. Il suo percorso è legato alla figura di Achille Bonito Oliva che lo inserisce in molteplici progetti tra i quali Arte all’Arte di Galleria Continua, nel progetto speciale con Joseph Kosuth e Luisa Rabbia, e lo invita a produrre un progetto per le nuove fermate della Metropolitana di Napoli, mostre e opere permanenti e interventi per la Certosa di Padula, GAM di Bologna, GAM di Torino. Negli anni immediatamente successivi si consolida nel panorama nazionale ed internazionale, grazie ad una poetica che affonda le proprie radici nel terreno solido delle ricerche poveriste e concettuali, innovandone ed attualizzandone soluzioni formali e contenuti. È tra gli artisti vincitori del Premio Terna 01 nella categoria Gigawatt. Ha esposto al MAXXI, al Chelsea Museum di NY, allo Shanghai Painting and Sculpture Art Museum. Partecipa al progetto “Reciproco”, residenza di artisti italiani in Australia realizzato dall’Istituto di Cultura Italiano di Melbourne. Nel 2015 riceve il premio della giuria di ArtVerona “Independent 5”, curato da Casa Sponge con l’opera “MANTRA”.
Ha collaborato con la Galleria Il Ponte (Roma), Galleria Estro (Padova), Galleria Futura (Praga), le sue opere sono in permanenza presso la Galleria Shazar (Napoli). È il co-fondatore nel 2022 della nuova formazione Gaggia-Dubbini, con la quale si aggiudicheranno il premio Scultura e anche quello di vincitore assoluto della settima edizione del premio Arteam Cup.